Che cos'è il Guerrilla Marketing e come potrebbe aiutarti a pubblicizzare la tua azienda

Che cos'è il Guerrilla Marketing e come potrebbe aiutarti a pubblicizzare la tua azienda
Pubblicato il 27-01-2022

Negli ultimi anni si sente spesso parlare di aziende impegnate in campagne di "Guerrilla Marketing" per pubblicizzare i propri prodotti.

Ma concretamente di che cosa si tratta?

Il "Guerrilla Marketing" è una particolare strategia di marketing che mira a colpire l'immaginazione dei consumatori, provocando reazioni di stupore e sorpresa, attraverso l'utilizzo di tecniche promozionali insolite.

In questa guida parleremo di cos'è il guerrilla marketing e di come viene utilizzato nel mercato pubblicitario.

STORIA, CARATTERISTICHE E TECNICHE DEL GUERRILLA MARKETING

Nel 1984, il commerciante Jay Conrad Levinson ha introdotto il termine formale nel suo libro “Guerrilla Marketing” in cui egli mostra esempi di pubblicità che si discostano da quella tradizionale. L’obiettivo di questa nuova forma di marketing è quello di utilizzare idee “fuori dagli schemi” per fare una pubblicità dirompente senza spendere un budget enorme. Levinson sosteneva che i mezzi tradizionali quali TV, radio e stampa avessero ormai stancato il pubblico e vi fosse la necessità di realizzare campagne pubblicitarie scioccanti, uniche, scandalose e intelligenti. Pertanto, le imprese più all’avanguardia hanno iniziato con coraggio ad avvicinarsi al marketing in un modo completamente nuovo.

Ecco una sintesi delle principali caratteristiche del Guerrilla Marketing secondo il suo fondatore:

• basso costo – è uno strumento pubblicitario che richiede l’utilizzo di risorse finanziarie limitate e per questo può essere utilizzato anche dalle piccole imprese;

• tempo ed immaginazione – per ottenere la sua efficacia il guerrilla marketing non punta all’investimento economico ma all’uso del tempo, dell’energia e dell’immaginazione;

 relazioni – il successo di una campagna di guerrilla marketing non si basa sulle vendite in sé ma, sulla sua capacità di generare nuove relazioni e legami con il pubblico;

• combinazione di tecnologie esistenti – è una strategia che combina diverse metodologie, sfruttando le tecnologie esistenti in modo non convenzionale, con l’obiettivo di migliorare il loro prodotto.

Tecniche utilizzate nel guerrilla marketing:

• marketing ambientale: posiziona gli annunci in luoghi inusuali e utilizza gli elementi dell’ambiente;

• ambush marketing: in italiano “marketing d’imboscata”, è una tecnica che consente a un’azienda di beneficiare di un’altra, di solito in un evento importante, per fare pubblicità senza pagare i costi di sponsorizzazione. È un'associazione indebita di un brand ad un evento mediatico, in cui lo stesso non ha pagato per appartenere agli sponsor ufficiali.

Esempi:

Durante la celebrazione della Coppa del Mondo in Sud Africa, in cui Adidas era lo sponsor ufficiale, Nike è riuscita a collocare una gigantesca installazione interattiva nel Life Centre, uno degli edifici più emblematici di Johannesburg.

Nell'ottobre 2011, con l'intenzione di rubare tutta la fama all'iPhone 4S, Samsung ha aperto un negozio portatile a pochi metri dall'Apple Store di Sydney ed ha iniziato a vendere unità del Samsung Galaxy II per soli $ 2, quando il vero prezzo di mercato di questo dispositivo era niente di meno che $ 850.

Durante le Olimpiadi di Atlanta nel 1996, il velocista americano Michael Johnson eccelleva battendo due record mondiali vincendo le gare dei 200 e dei 400 metri. La strategia stava nel fatto che indossava le vistose sneakers Nike e lo sponsor ufficiale dell'evento sportivo era Reebok. Per aumentare ulteriormente la visibilità della Nike e abbassare quella dei concorrenti, Johnson è stato la copertina della rivista Times con le sue scarpe da ginnastica appese al collo insieme alle sue due medaglie d'oro.

• marketing sotto copertura: di solito viene presentato come una notizia o una pagina insolitamente attraente, senza un chiaro riferimento alla condivisione. Questo sistema fa pensare all'utente che la scoperta sia casuale e spontanea, il che genera un'ulteriore motivazione per condividerla e scoprirla con il resto dei suoi amici. È il più complicato da distinguere, a causa della sua concezione.

• affissioni selvagge: consiste nel posizionamento di numerosi poster, adesivi e altri materiali stampati nella stessa area per attirare l'attenzione.

• marketing esperienziale: campagna interattiva che consiste nel connettere il pubblico con il marchio attraverso un'esperienza condivisa. Qual è quindi l'obiettivo del marketing esperienziale? Non si tratta semplicemente di esporre il cliente a un marchio, ma di permettergli di sperimentarlo.

È scientificamente provato che le relazioni che si instaurano con gli utenti con questo tipo di strategia sono più forti di quelle che un brand può realizzare attraverso una pubblicità diretta ed invasiva. Il segreto del marketing esperienziale sta senza dubbio nelle emozioni. Un cliente sceglierà un prodotto o un servizio per l'emozione che questo prodotto gli trasmette prima dell’acquisto e quando lo ha già acquistato.

• marketing alternativo: promozione di eventi che sembrano non avere nulla a che fare con il marchio. È quando un evento al di fuori del marchio diventa notizia relativa al marchio, quindi bisogna essere pronti a cogliere l'occasione per promuoverlo.

• flash mob: questa strategia consiste nel riunire un grande gruppo di persone in un luogo specifico per svolgere un'azione concreta. L'azione è solitamente breve e dopo il suo completamento, le persone si disperdono. I partecipanti si incontrano tramite Internet o cellulare.

VANTAGGI E SVANTAGGI DEL GUERRILLA MARKETING

Vantaggi:

- dà autenticità, in quanto si allontana dalla pubblicità convenzionale;

- le azioni di solito raggiungono un forte impatto e notorietà in breve tempo;

- dà un'immagine di innovazione e creatività per l'azienda;

- un modo diverso di comunicare con il proprio target, generando ottimi feedback soprattutto nei social network;

- aiuta a posizionare il marchio davanti alla concorrenza con un costo contenuto per l'azienda;

- effetto positivo sul pubblico.

Svantaggi:

- c’è bisogno di creatività e di conoscenza della realtà per adattare queste grandi idee a un ambiente popolare;

- il guerrilla marketing può essere molto impressionante per il settore a cui si rivolge, ma potrebbe non essere così attraente per gli altri.

ALTRI ESEMPI DI GUERRILLA MARKETING

In Belgio, all'inizio del 2012, il canale televisivo TNT ha implementato una strategia di ambient marketing che ha fatto scalpore. Gli ignari pedoni, che camminavano per la città, avevano il potere di compiere un'azione che avrebbe scatenato uno spettacolo in pieno giorno nel mezzo della zona pedonale. Con la semplice pressione di un sinistro pulsante rosso, questi scatenavano una serie di eventi. Il risultato: la folla è sbalordita mentre la scena passava velocemente davanti ai loro occhi. Il video di questa azione ha avuto più di 54 milioni di visualizzazioni su YouTube.

Coca-Cola ha realizzato su Twitter la campagna di guerriglia marketing “Papertweetos”. Nel 2011, durante la Copa América, la società ha invitato i fan argentini a congratularsi con la loro nazionale con un tweet. Quest’azione ha riunito più di due milioni di tweet.

L'UNICEF è riuscita a scandalizzare ed educare il pubblico di Manhattan installando un distributore automatico che eroga acqua di 8 gusti: ogni gusto rappresentava una delle malattie comuni che colpiscono i paesi più poveri del mondo (malaria, colera, febbre tifoide, dengue, epatite, dissenteria, salmonellosi e febbre gialla).

Un altro esempio è la campagna del nuovo Galaxy Z Flip4 ambientato in una fermata dell'autobus.

guerrilla marketing Galaxy Z Flip4

 

CONCLUSIONI

Se vuoi pubblicizzare la tua azienda in modo dirompente e fuori dagli schemi puoi pensare ad una comunicazione di questo tipo.

Richiedi una consulenza

Cliccando il tasto qui sotto andrai alla pagina dedicata per richiederci un incontro. Ci servirà per capire al meglio la tua azienda, le tue necessità e i tuoi obiettivi aziendali.

In questo modo, durante un incontro di persona o una videoconferenza, potremo avere già un'idea chiara di ciò che ti serve.

NEWS CORRELATE

GREEN MARKETING: il futuro?

GREEN MARKETING: il futuro?

Green Marketing un trend in crescita. A cosa è bene prestare attenzione in ambito marketing?

Marketing - Strategy - Business

13 Set 2022

Carrelli abbandonati: cosa sono e le tecniche per recuperarli

Carrelli abbandonati: cosa sono e le tecniche per recuperarli

Il 98% degli e-commerce non adotta strategie per recuperare i carrelli abbandonati degli utenti. Per questo perdi migliaia di euro di vendite semplicemente perché non hai attivato delle strategie per ridurre questo fenomeno ed indurre gli utenti a completare i loro acquisti.

Marketing

09 Set 2022

Caricamento...