Landing Page

Landing Page
Pubblicato il 28-05-2021

Che cos’è una landing page? Ne ho bisogno?

Navigando sul web troverai spesso il termine “landing page”.

Ma che cos’è esattamente? Quali sono le sue caratteristiche che la differenziano dalle altre pagine? E perché sono così importanti?

Mentre l’uso di questo termine impazza tra i professionisti del settore, in quest’articolo vedremo cos’è una landing page, cosa deve contenere per essere efficace e alcuni strumenti che possono essere utilizzati per crearne una.

Cos’è una landing page?

È una pagina di atterraggio su cui arrivi dopo aver cliccato su un link. Diciamo quindi che potrebbe quindi essere qualsiasi cosa: la home page del tuo sito, un post su un blog, la pagina di un prodotto, ecc.

Quando utilizziamo questo termine nell’ambito del marketing tuttavia ci riferiamo ad una pagina ben precisa, progettata per ricevere e convertire il traffico di una campagna marketing online. Utilizzando questa definizione quindi una home page, ad esempio, non si può qualificare come landing page perché non ha questa funzionalità.

Una landing page è una pagina web disegnata per intercettare il traffico web e convertire i visitatori per uno scopo preciso.

La definizione di landing page può avere dunque diverse sfumature a seconda di chi la utilizza e degli scopi che vuole raggiungere. Se un esperto di marketing online parla di landing page probabilmente si riferisce a pagine specificamente progettate per una campagna di marketing.

Ecco alcuni esempi di cose che potresti desiderare che i visitatori facciano sulla tua landing page:

• acquistare

• diventare un contatto

• chiamarti

• raggiungerti tramite chat

• iscriversi ad una newsletter o una mailing list

• registrarsi ad un evento.

Tutte queste azioni di conversione hanno in comune l’obiettivo di far diventare i visitatori della pagina dei clienti.

5 elementi essenziali di una landing page.

1) Above the fold. È un termine che gli operatori di marketing online hanno rubato al giornalismo e si riferisce al primo contenuto visualizzato da un utente. Il testo da inserire in questo spazio è la chiave per attirare i tuoi potenziali clienti, quindi è consigliabile scrivere un testo il più avvincente possibile.

Potrebbe essere:

Titolo principale – deve stimolare l’interesse del lettore. La cosa fondamentale è capire chi è il tuo pubblico di riferimento, perché ti rivolgi a lui e quale problema puoi risolvergli.

Titolo di supporto – serve per inserire dei dettagli importanti.

Hero shot – l’utilizzo di una foto è molto importante per accompagnarne il messaggio e far capire al visitatore l’argomento.

Riepilogo dei vantaggi – può essere presente oppure no. Se lo si inserisce è opportuno che sia pertinente, semplice e breve.

2) Call to action. Deve essere una conferma di quanto già detto nel above the fold (attenzione: non un’altra opzione!). La CTA deve essere ovvia e diretta. Le persone cercano in rete informazioni rapide e immediate, quindi più è facile trovare e assorbire la CTA, più è probabile che i visitatori si convertano in ciò che desideri.

Esempi di CTA sono: “Richiedi un preventivo gratuito”, “Contattaci subito”, “Inizia da qui”. Inoltre, incentiva le conversioni con offerte e vantaggi cosicché il pubblico si senta come se in cambio del contatto stia ottenendo un vantaggio, ad esempio “Contattaci oggi per il 10% di sconto”.

3) Mostra loro i vantaggi. Se le persone che leggono interamente il tuo annuncio significa che sono effettivamente interessate. Bisogna però vendersi in maniera interessante ai propri clienti e attenzione al peggior nemico: l’egocentrismo. Alle persone interessa solo che ciò che gli mostri sia interessante e possa migliorare la loro vita.

4) Prova Sociale. Molte persone diffidano istintivamente del materiale di marketing. Il compito dei professionisti è proprio quello di raccontare il prodotto che si va a vendere proponendolo e raccontandolo sotto la miglior luce possibile. Tuttavia l’opinione di un esperto che viene pagato per vendere un prodotto potrebbe risultare poco credibile. Molto più efficaci sono invece le opinioni dei clienti reali con le loro testimonianze; quella che si chiama RIPROVA SOCIALE.

Ecco alcuni modi per mettere insieme testimonianze credibili:

- Citare fonti di alta autorità. Se altri leader aziendali sono disposti a dire che sei eccezionale significa che hai effettivamente qualcosa di interessante.

- Maggiori dettagli rendono la testimonianza più credibile. Fornisci nome, provenienza o qualifica di chi ti fa la recensione cosicché sia più facile rintracciarlo.

- Includere immagini. Le foto avvalorano l’autenticità della testimonianza.

- Testimonianze video. Le testimonianze video confermano ulteriormente questo principio in quanto sono più difficili da falsificare e sono accompagnate dal linguaggio del corpo che trasmetterà ancor meglio l’entusiasmo per il prodotto.

- Contenuto incorporato. Inserisci le recensioni che hai sui vari social.

- Includi più testimonianze possibili, dimostreranno che molte persone sono affezionate e si affidano alla tua azienda.

5) Argomento conclusivo. Riassumi tutto ciò che è stato trattato nella pagina e aggiungi eventuali punti di forza che possano essere determinanti per portare a termine la conversione del visitatore.

landing page schema

Creazione della tua pagina di destinazione.

Fin’ora abbiamo sviscerato la teoria che sta dietro la creazione di una landing page, ora andiamo a capire come crearla effettivamente. Hai due opzioni: a) creare la pagina direttamente dal tuo sito; b) creare la pagina di destinazione utilizzando uno strumento specifico.

a) Creazione di pagine di destinazione dal tuo sito web. La prima opzione prevede che come per qualsiasi altra pagina, vai a creare ed ospitare le landing page nel tuo sito. Tuttavia potresti non voler far sempre la stessa campagna di marketing ed inoltre la creazione potrebbe essere molto complessa e richiedere solide capacità di progettazione e codifica.

b) Utilizzo di uno strumento specifico. Questi strumenti consentono di creare e persino ospitare le tue landing page utilizzando un servizio di terzi (ovviamente pagando una commissione che però ti rende il processo molto semplice e solitamente offrono anche opzioni di test). Ecco alcuni programmi che potresti utilizzare a seconda delle tue esigenze specifiche.

Unbounce.

È stato uno dei primi servizi di creazione e test di pagine di destinazione che ha consentito agli operatori di marketing di creare pagine di destinazione senza coinvolgere il reparto IT. Nel corso degli anni, è diventata una delle opzioni di sviluppo e ottimizzazione di landing page più robuste in circolazione.

Unbounce è un'ottima opzione per la maggior parte delle aziende che vogliono davvero ottenere il massimo dalle loro landing page. È ricco di funzionalità, altamente personalizzabile e offre un'interfaccia facile da usare sia per il design della pagina che per i test (qualcosa di cui parleremo tra un minuto). Anche se stai solo imparando a usare la loro interfaccia, Unbounce è dotato di una varietà di modelli incorporati (e puoi acquistarne altri da ThemeForest), rendendo facile realizzare una pagina e iniziare i test.

Unbounce offre anche una potente piattaforma di progettazione per l'ottimizzazione dei dispositivi mobili, sempre più fondamentale dato l’ampio utilizzo del cellulare. Inoltre, si integra con la maggior parte delle piattaforme di gestione delle relazioni con i clienti (CRM) come Salesforce, Google Analytics, Zoho, Campaign Monitor e oltre 60 altre app di terze parti, permettendoti di monitorare la tua pagina in una varietà di modi. In sostanza, Unbounce è perfetto per i marketer online di livello intermedio e avanzato o per i marketer alle prime armi che si preoccupano abbastanza dei loro risultati da dedicare un po 'di tempo all'apprendimento di un nuovo sistema.

Instapage.

Se non hai il tempo di imparare un sistema robusto come Unbounce, Instapage è un'opzione eccellente. Il nome non è improprio, i loro modelli sono incredibilmente facili da usare. Ovviamente, utilizzare un modello significa che non avrai la flessibilità per ottenere il massimo dalle tue pagine di destinazione, ma semplifica anche sostanzialmente il processo di progettazione. Inoltre, Instapage offre alcune opzioni di test A / B, quindi hai ancora la possibilità di capire quale modello e contenuto funziona meglio per il tuo pubblico.

In generale, più competitivo è il tuo settore, più efficace e personalizzata deve essere la tua landing page. Se sai di aver bisogno di una pagina mirata e ottimizzata per le conversioni per rendere redditizio il tuo marketing online, Instapage probabilmente non è la tua migliore opzione.

Webflow.

Se stai davvero cercando di ottenere il massimo dal tuo test A / B, potresti prendere in considerazione la possibilità di esaminare Webflow. A differenza delle altre piattaforme di landing page elencate qui, Webflow è progettato principalmente per la creazione di siti Web piuttosto che per la creazione di landing page.

Sebbene Webflow non sia un classico strumento di progettazione di pagine di destinazione, è incluso in questo elenco perché è abbastanza facile da usare ed implementare così da poter progettare prontamente le pagine del tuo sito da utilizzare come landing page.

Poiché le pagine fanno parte dell'architettura complessiva del tuo sito, puoi utilizzare strumenti di test robusti come Optimizely o VWO per migliorare davvero le prestazioni della tua pagina/sito. Sfortunatamente, sebbene la maggior parte degli strumenti della landing page abbia funzionalità di test A / B integrate, in genere mancano delle opzioni di livello dettagliato disponibili da strumenti di test del sito più dedicati. Quindi, se vuoi portare i tuoi sforzi di ottimizzazione del tasso di conversione oltre il semplice test A / B, probabilmente vale la pena considerare Webflow.

LeadPages.

È un ottimo strumento per la creazione di landing pages. È più simile a Unbounce in termini di opzioni e personalizzazione. L'unico vero svantaggio è il fatto che devi iniziare da un modello e sei limitato dalle opzioni originali del modello, il che può essere un problema se desideri elementi da più modelli contemporaneamente.

Una delle caratteristiche più interessanti è il modo in cui ti consente di ordinare i modelli in base al tasso di conversione. Non ottenere aspettative troppo alte, i tassi di conversione raramente si traducono direttamente da sito a sito o da prodotto a prodotto. Tuttavia è bello avere un'idea di quali pagine danno i migliori risultati per altre società. Nel complesso la piattaforma è abbastanza semplice da imparare e da utilizzare. Non puoi sbagliare!

Tutti questi strumenti per le pagine di destinazione sono buone opzioni per la creazione di pagine di destinazione. Tutto dipende da quali sono le esigenze della tua azienda.

Testare le tue pagine di destinazione.

Sfortunatamente, anche se utilizzi lo strumento giusto per la creazione della landing page e segui tutte le best practice, non c'è alcuna garanzia che funzioni nel modo desiderato. Le persone sono difficili da prevedere e, anche se pensi di avere un ottimo feeling con il tuo pubblico di destinazione, può essere difficile prevedere quale tipo di design della pagina di destinazione fornirà i risultati di cui hai bisogno.

Per ottenere davvero il massimo dalle tue landing page, dovrai testare diversi design. Non è difficile creare una strategia di test della pagina di destinazione di successo che ti insegni qualcosa a ogni test. Ci vuole un po’ di pianificazione e documentazione, ma una solida strategia di test ti farà risparmiare molto tempo e aumenterà notevolmente la tua redditività a lungo termine.

Dopo aver creato una landing page che ti soddisfa, è il momento di elaborare un'ipotesi su come il tuo pubblico di destinazione potrebbe interagire con la tua pagina. Torna a chi, cosa e perché hai usato per creare il tuo titolo. La tua pagina si adatta a tutte le esigenze del tuo pubblico di destinazione? Esistono modi alternativi per soddisfare le stesse esigenze? Una volta che hai alcune ipotesi, costruisci la tua strategia di test attorno a quelle idee. Ad esempio, potrebbero esserci diversi modi per scrivere o presentare il tuo CTA. Il tuo primo tentativo potrebbe essere la versione perfetta del tuo CTA, ma probabilmente c'è un modo migliore per presentare il tuo CTA che puoi identificare con alcuni test. Per vedere se la modifica del CTA migliora il tuo tasso di conversione, puoi mettere insieme le varie informazioni in un foglio Excell. Così impari qualcosa da ogni test e poi la usi per realizzare i successivi. Inoltre, tutto è accuratamente documentato, quindi se qualcuno si chiede perché hai fatto una certa scelta, hai sempre un pratico riferimento!

Puoi utilizzare questo approccio per testare un'ampia gamma di ipotesi sulla pagina di destinazione. Se lo fai bene, ogni test fornirà maggiori informazioni sul tuo pubblico e ti aiuterà a ottenere il tipo di risultati che stai cercando.

Conclusione.

Mentre il termine landing page può essere applicato a qualsiasi pagina del tuo sito, nel marketing una landing page di solito si riferisce a una pagina specifica creata per una specifica campagna di marketing. Questi tipi di pagine possono fare cose meravigliose per la tua pubblicità online creando esperienze mirate per il tuo traffico.

In questo articolo, abbiamo esaminato i dettagli delle pagine di destinazione. Abbiamo spiegato cosa sono e come crearli e testarli. Ovviamente questa è solo la punta dell'iceberg.

Richiedi una consulenza

Cliccando il tasto qui sotto andrai alla pagina dedicata per richiederci un incontro. Ci servirà per capire al meglio la tua azienda, le tue necessità e i tuoi obiettivi aziendali.

In questo modo, durante un incontro di persona o una videoconferenza, potremo avere già un'idea chiara di ciò che ti serve.

NEWS CORRELATE

Caricamento...